mercoledì 18 luglio 2018

Cosa vuol dire Olubra?

visita e interviste agli abitanti (e non) di Castel San Giovanni

Cosa vuol dire Olubra?

Ed eccoci di nuovo qui per una nuova febbricitante puntata di Piacenza Capitale della Scultura!

La nostra troupe questa volta si recherà in Val Tidone, e più precisamente a Castel San Giovanni, in cerca di risposte dagli abitanti alle tre domande fondamentali che Paul Gauguin condensò in un’unica, epica, straordinaria opera: Da dove veniamo? Che siamo? Dove andiamo?

E se le ambizioni vi paiono esageratamente alte, le aspettative grottesche quanto inadatte come incipit a una innocente passeggiata per le vie di un paesino di provincia tra la gente che si ferma al mercato, se sentite tutto questo, sappiate che avete perfettamente ragione.

Ma, bando alle ciance, che fine ha fatto il castello di Castel San Giovanni???





IIntervistato 1: - Privacy, parliamo di privacy che vai in banca e ti fanno firmare venti carte poi sanno cosa stiamo facendo adesso, se vai in bagno se vai al gabinetto quante volte sei andato e poi firmiamo la privacy, questa qui è la burocrazia italiana -


Stefano:- Lei di dov’è? -
Intervistato 2: - Di Milano -
Stefano: - gran bel posto-
Intervistato 2: -Sicuramente meglio di questo -
Stefano: - Lei sa che cosa significa Olubra? -
Intervistato 2: -Olubra, no, so che è una roba sportiva comunque
Intervistato 3: - guardi non lo so, siamo in piazza Olubra ma non mi ricordo-
Intervistato 2: - atletica leggera, roba del genere, può essere? -
Risposta corretta: I primi insediamenti presso Castel San Giovanni si trovano in zona San Rocco; pare che i Galli Olubri abbiano fondato Castel San Giovanni e in seguito il borgo venne fortificato nel 1290 da Alberto Scoto.


Stefano: -Lei sa chi è Agostino Casaroli?-
Intervistato 4: - Monsignore di Castello, nativo di Castello -
Intervistato 2: - segretario di stato del Papa precedente, di Giovanni nooooo, come si chiamava? Wojtyla-
Risposta corretta: Agostino Casaroli è stato un cardinale e arcivescovo cattolico, nato a Castel San Giovanni nel 1914.

Stefano: - Che cos’è l’Ortrugo? -
Intervistato 2: -E’ un vino bianco vostro -
Intervistato 1: -e l’Ortrugo si, ci si può inciucass -
Risposta corretta: l’Otrugo è un vitigno a bacca bianca autoctono, da sempre presente sul territorio della Valtidone.

Stefano: - E lei da dove viene?-
Intervistata 5: - Bogotà, Colobia -


Stefano: - Il Castello di Castel San Giovanni chi lo ha distrutto? -
Intevistato 2: - castello di Castel San Giovanni. I Lonogbardi può essere? -
Stefano: - No i francesi, sono sempre loro a distruggere tutto -
Intervistato 6: - non lo so, la guerra -
Risposta corretta: Il castello fu distrutto intorno all’Ottocento dagli eserciti francesi.

Stefano - Lei sa chi è Agostino Casaroli? -
Intervistato 6: - era l’ex cardinale perchè non c’è più adesso.

Intervistato 2 (a proposito della domanda sul castello di Castel San Giovanni) - Ma non sapevo che esistesse un castello a Castel San Giovanni -
Stefano: -Beh si chiama Castel San Giovanni-
Intervistato 2: - Si certo, certo -

Stefano: - che cos’è l’Ortrugo? -
Intervistato 6: - è un buon vino molto fresco, lascia un buon sapore in bocca -
Intervistato 2: - vinum merum placentinum laetificat, ti piace? -

Stefano: lei sa da dove viene la parola Ortrugo? -
Intervistato 4 : - Eh l’Ortrugo viene dalla vite, dal vino -

Stefano: -Chi era Agostino Casaroli? -
Intervistata 5: - Un cardinale -

Stefano: - E William Xerra sa chi è? -
Intervistato 4: - William Xerra non lo so mica -
Risposta corretta: William Xerra è un artista piacentino nato nel 1937 tuttora vivente.

Intervistato 1: - adesso parlano tutti l’italiano e l’inglese che io ce l’ho a morte con gli inglesi. Cioè... cantano tutti in in inglese lei quanto prende in inglese quando va a scuola? Due, tre, quattro, no? Poi cantano tutti in inglese. Allora parlate come mangiate -

Stefano: - Provi a nominarmi i primi personaggi illustri della Val Tidone che le vengono in mente -
Intervistato 4: - il principe di Castelnuovo Don Santino De Ferrari -

Stefano: - Il castello di Castel San Giovanni dov’era? -
Intervistato 1: - Il castello? E non lo so, questa è una domanda che non so dirvi -
Risposta corretta: Il castello del paese sorgeva dove ora si trova la stazione di benzina.

Stefano: - Secondo lei l’hanno distrutto gli inglesi (il castello)?
Intervistato 1: - Ah può anche darsi! Perchè i Longobardi venivano giù da là, non venivano dall’Africa -

Stefano: - Chi ha fondato Castel San Giovanni? -
Intervistata 5: - Gli Olubri, da cui deriva il nome della piazza.

Stefano: - i due torrenti alla confluenza dei quali sorge Castel San Giovanni -
Intervistato 2: - Il Trebbia, no il Trebbia non è un torrente. Il Tidone, può essere? -
Risposta corretta: il borgo si è sviluppato nelle vicinanze della confluenza di due ruscelli, il Lora e il Carona, ora interrati nel corso cittadino. Il Lora in zona San Rocco e il Carona in zona Piazzale Gramsci.

Stefano: - Mi dice nomi di personaggi illustri di Castel San Giovanni? -
Intervistata 5: - Torre sindaco -
Stefano: Brava! Promossa -


Visualizzazioni: 83
© Infonet srl 2015: via Roma n. 228, 29121 PIACENZA - ITALY - P.Iva: 01322740331
Tel: 0039-0523-318367 (2 lines), email: info@infonet-online.it
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +