mercoledì 22 novembre 2017
  • » Chi siamo
  • » Realizzazione siti internet a Piacenza

Realizzazione siti internet a Piacenza

web design Piacenza by infonet

Era il gennaio del 1642 quando a Bettola, in provincia di Piacenza, il pentasavolo di Stefano Torre, Isacco (come Newton che in quell'anno nasceva) Torre, costruì il primo sito internet a Piacenza.

Lo chiamò “situs reticus” e comprendeva anche quello che oggi chiameremmo computer ovvero una misteriosa scatola o “Capsula computatoria” il cui funzionamento è ancora del tutto misterioso.

Si sa solo che per azionare il sistema era necessaria una specie di bicicletta e che pedalare fosse necessario per darle vita.

Pare comunque che all’interno della scatola prendesse posto il garzone Guglielmo che, rispondeva ai comandi trasmessi attraverso la capsula litterarum (la tastiera dei giorni nostri).

Così venivano mostrati una serie di fogli con testi e disegni a seconda del comando, non in successione fissa come sarebbe stato troppo facile fare, ma con la possibilità di saltare di palo in frasca proprio come si fa ora su internet attraverso i collegamenti ipertestuali.

“La frustrazione più grande del mio pentasavolo, forse un po’ troppo all’avanguardia, fu l’aver sperimentato la solitudine dei social network.”

Liber Vultorum (Face Book) fu il tentativo che fece per tentare di socializzare sul sistema che aveva inventato, il problema è che non c’era mai nessuno, un vero deserto totale, e giorno dopo giorno la cosa lo fece cadere in depressione.

Gli amici tentarono di portarlo all’osteria di Bettola per distrarlo, ma invano, la sua attenzione era sempre e comunque rivolta al deserto che trovava nel liber vuotorum.

Tentò di fare qualche sito internet di richiamo per attirare gente, siti che parlavano di botanica, siti internet che parlavano di caccia ed altri ancora che parlavano di geografia.

Costruì anche un motor investigationis che chiamò abeeeo (oggi potremmo tradurre in google) ma i siti internet tra i quali cercare erano troppo pochi perché erano solo quelli che faceva lui.

Fu colto da infarto dopo aver scoperto il sito internet Iocate Juvenes (playboy) ed aver pedalato per una notte intera senza sosta. In realtà fu sua moglie quella volta, almeno così dicono i maligni, ad infilarsi nella Capsula computatoria vestita in modo estremamente succinto.

“Voluto o no da sua moglie stanca della sua passione per la nuova invenzione, l’esperienza del mio pentasavolo su internet si chiuse quella notte, e ci vollero più di 300 anni prima che a qualcun altro venisse in mente di fare un altro sito internet a Piacenza.”

© Infonet srl 2015: via Roma n. 228, 29121 PIACENZA - ITALY - P.Iva: 01322740331
Tel: 0039-0523-318367 (2 lines), email: info@infonet-online.it
powered by infonet srl piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +